Sei in: Il Comitato News

News Comitato

Comunicazione ai club - attesi a breve chiarimenti sulle disposizioni del DPCM del 24/10/2020

E-mail Stampa PDF

A seguito della pubblicazione del DPCM del 24 ottobre 2020 il Comitato FVG ha ricevuto diverse richieste di chiarimento in merito alla corretta interpretazione degli articoli che riguardano le modalità di svolgimento dell’attività sportiva consentite.

FIR sta dialogando con le Autorità competenti e ha convocato nel pomeriggio di lunedì 26 ottobre un Consiglio Federale che dovrebbe determinare quali saranno i tornei o campionati di interesse nazionale che potranno continuare, in base all'Art. 1-9.e del DPCM, sia per quanto riguarda gli allenamenti che le competizioni; in applicazione dell'art. 1-9.f, invece, il mini rugby e la U14 dovrebbero continuare a svolgere attività a carattere individuale e nel rispetto delle norme sul distanziamento. Riteniamo debbano ritenersi sospese le attività Old, beach, touch e snow.

Per il momento si consiglia alle società di sospendere gli allenamenti; sarà cura del Comitato Regionale informare tutte le società non appena disponibili i chiarimenti richiesti e le modalità operative conseguenti.

Newsletter PerFormare ottobre 2020

E-mail Stampa PDF

Pubblichiamo in allegato la newsletter che raccoglie agevolazioni e incentivi a favore dello Sport, in virtù della convenzione che FIR ha sottoscritto con Per Formare SRL impresa sociale, Agenzia Formativa e del Lavoro, al fine di offrire ai club l’opportunità di venire a conoscenza di avvisi pubblici e linee di finanziamento per poter sviluppare i loro progetti e le loro attività.

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Ottobre 2020 16:00

Comunicato stampa FIR - Posticipato l'inizio dei campionati

E-mail Stampa PDF

La Federazione Italiana Rugby, preso atto dell’evoluzione della pandemia da Covid-19 delle ultime settimane, ha deliberato di rinviare l’attività agonistica dei Campionati Nazionali e Regionali Seniores e Juniores, maschili e femminili.

Resta al momento confermata la data del 31 ottobre per l’avvio del Campionato Italiano Peroni TOP10, che rimane oggetto di costante controllo degli organi sanitari federali.

La delibera è stata assunta, in coerenza con le determinazioni che hanno guidato il Consiglio Federale FIR sin dall’insorgere della crisi epidemiologica, a tutela della salute dei tesserati, delle loro famiglie, delle Società e del movimento rugbistico italiano tutto.

L’avvio e la ripresa dell’attività agonistica 2020/2021 sono riprogrammate come segue. FIR Federazione continua il dialogo con le autorità di governo ed il monitoraggio della situazione. Ulteriori provvedimenti potranno essere adottati sulla base dell’evolvere della pandemia:

  • Serie A Maschile e Femminile Girone 1, 2 3 e 4 ➡ 22 novembre
  • Serie B e Serie C Girone 129 novembre
  • Tutte le altre attività, organizzate dai Comitati Regionali - Serie C Girone 2, U18 Elite, U18 Regionale, U16 M/F, U14 M/F, Coppa Italia Femminile - avranno inizio il 6 dicembre, analogamente alle attività amatoriali e di propaganda.

Il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi, ha dichiarato: “Insieme ai colleghi consiglieri abbiamo ritenuto necessario, per responsabilità nei confronti del Paese e della nostra comunità, riconsiderare le date di avvio dei nostri campionati nazionali e regionali, in attesa di poter misurare l’effetto delle recenti misure che il Governo ha adottato per contenere la recrudescenza della pandemia. Ogni singola Società ha compiuto grandi sacrifici negli ultimi mesi in attesa di poter tornare a vivere la socialità e la competizione che sono l’essenza della nostra disciplina, ma in virtù della funzione etica che lo sport ricopre ed a tutela della salute collettiva dobbiamo compiere un ulteriore sforzo. Valuteremo ulteriori modifiche ai calendari sulla base degli sviluppi della pandemia”.

“Vedo concretizzarsi  - ha aggiunto il Presidente Gavazzi - uno dei timori che più mi hanno afflitto negli ultimi mesi, quello di un ritardo nella ripresa dell’attività nazionale. Per questo ho sin dall’estate ritenuto necessario valutare una convocazione dell’Assemblea Ordinaria Elettiva nel 2021. La ripresa dei campionati, l’accordo con CVC per la cessione delle quote Sei Nazioni, la conclusione del Torneo 2020 e la competitività della Nazionale Maschile questo autunno sono i punti nodali per garantire la sostenibilità e la continuità del movimento, completare la messa in sicurezza del rugby italiano e porre il prossimo Consiglio Federale nelle migliori condizioni per proseguire il lavoro svolto in questo quadriennio”. 

Nota sugli allenamenti:

La FIR ricorda a tutte le Società affiliate che lo svolgimento delle sedute di allenamento deve rispettare le restrizioni imposte dal vigente DPCM ed eventuali misure addizionali emanate dalle Regioni

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Ottobre 2020 15:08

Comunicato stampa FIR - DPCM del 18 ottobre 2020

E-mail Stampa PDF

La Federazione Italiana Rugby informa che, in ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 18 ottobre 2020, tutta l’attività seniores a carattere nazionale e regionale potrà proseguire regolarmente sull’intero territorio.

Sono pertanto consentiti gli allenamenti e la regolare disputa di competizioni per le Società partecipanti all’attività nazionale - Peroni TOP10, Coppa Italia, Serie A Maschile, Serie A Femminile, Serie B, Serie C Girone 1 - nonchè la regolare prosecuzione degli allenamenti e delle competizioni regionali seniores, vale a dire la Serie C Girone 2 e la Coppa Italia Femminile.

Sono inoltre consentiti gli allenamenti e la regolare disputa di incontri, sulla base dei calendari definiti dai Comitati Regionali competenti, dell’attività dell’Under 18 Elite Maschile, U18 Regionale Maschile e Femminile ed Under 16 Maschile e Femminile.

Quanto sopra fatta salva l’ordinanza n. 620 della Regione Lombardia. 

Relativamente all’attività U14 Maschile e Femminile sono in corso contatti con i competenti organi di Governo: sino a ulteriori comunicazioni, l’attività potrà continuare limitatamente agli allenamenti individuali. 

Può allo stato proseguire esclusivamente in forma individuale l’attività U12, Minirugby e attività amatoriali Old, Touch e Tag-Rugby.

“Responsabilità e rispetto delle norme governative devono continuare a guidarci in questo delicatissimo momento che il rugby, come tutti gli altri sport, si trova ad attraversare. Sarebbe un errore considerare vani i  sacrifici e gli investimenti che i nostri Club hanno compiuto in questi mesi per mantenere attivo il proprio tessuto sociale. La FIR continuerà a sostenere attivamente il movimento e quanto abbiamo appreso durante il lockdown ci aiuterà a superare una nuova fase critica. I settori giovanili rappresentano il futuro dello sport ed hanno un forte valore culturale, sanitario e formativo che il Paese non può e non deve trascurare”  ha dichiarato il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi.

Modalità di svolgimento allenamenti in forma individuale

  • Durante l'attività sportiva in campo la distanza interpersonale minima laterale tra due atleti deve essere non inferiore a 2 metri, mentre la distanza interpersonale minima degli atleti che seguono in scia deve essere non inferiore ai 10 metri.
  • E’ possibile effettuare esercitazioni che prevedono il passaggio del pallone previamente disinfettato. 
  • La disinfezione del pallone dovrà essere effettuata al termine di ogni esercitazione e/o azione di gioco con prodotti idonei. Secondo quanto emanato dall’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per gli sport di squadra “la pulizia potrà essere operata con panni puliti in microfibra inumiditi con acqua e sapone, ipoclorito di sodio 0,1%, oppure con alcool etilico al 70-75% con successiva asciugatura. 
Ultimo aggiornamento Martedì 20 Ottobre 2020 07:45

Il Rugby Italiano pronto alla ripartenza

E-mail Stampa PDF

dateiniziocampionatoIl Consiglio Federale, riunitosi in video conferenza tra lunedì 14 e mercoledì 16 settembre, ha predisposto un nuovo protocollo per la ripresa dell'attività agonistica sul territorio nazionale, pubblicato in allegato.

Il protocollo è applicato indistintamente a tutti i tesserati quale misura di salvaguardia della salute dell’intera comunità rugbistica nazionale.

Predisposto dalla FIR in coerenza con le vigenti disposizioni e con l’autorizzazione dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il protocollo è lo strumento fondamentale per la ripresa, ad ogni livello, della pratica agonistica del Gioco di Rugby in Italia, dopo che la pandemia da Sars-Cov2 aveva indotto il Consiglio Federale a dichiarare ufficialmente conclusa, il 26 marzo scorso, ogni competizione di carattere nazionale.

In merito ad una delle novità più importanti contenute nel protocollo, cioè l'obbligo di effettuare il test sierologico prima della ripresa dell'attività agonistica, su indicazione dell'Ufficio Affari Legali FIR si specifica che:

  • Il test sierologico, così come indicato all’interno del protocollo, dovrà essere svolto, “…prima della ripresa di tutti i campionati e di tutte le competizioni e/o amichevoli e/o allenamenti congiunti […] da parte di tecnici, atleti e staff societari di tutte le età.”
    In base a quanto sopra, pertanto, si evince che il test sierologico dovrà essere svolto una volta, prima della ripresa delle competizioni/attività sopra menzionate e non prima di ogni gara.
  • Il test sierologico per la ricerca di IgG/IgM/[IgA] può essere effettuato sia tramite prelievo venoso, sia con i cosidetti test "rapidi", con prelievo ottenuto per digitopuntura.

Il Consiglio Federale ha anche stabilito le date di inizio per i principali Campionati Nazionali:

  • Coppa Italia Maschile - 17 ottobre
  • Serie A Femminile (Girone 1) - 18 ottobre
  • Peroni Top 10 - 31 ottobre
  • Serie A Maschile - 8 novembre
  • Serie B - 15 novembre
  • Serie C - 15 novembre
  • Under 18 Elite - 15 novembre

Le composizioni di tutti i gironi e le formule dei Campionati sono pubblicate sul sito federale a questo link.

Valutato l’eccezionale contesto storico, il Consiglio ha inoltre definito i requisiti necessari per la finalizzazione dei Campionati nazionali 2020/21 e l’assegnazione dei titoli e dei passaggi di categoria, fissando al 30 giugno la data ultima per il completamento dei tornei nazionali, in quanto termine naturale della Stagione Sportiva.

Qualora, alla data del 30 giugno 2021, non sia stato possibile completare integralmente uno o più campionati secondo le formule previste per gli stessi, l’assegnazione dei titoli o la determinazione di promozioni e retrocessioni sarà subordinata al completamento da parte di tutte le squadre partecipanti di un numero minimo di partite secondo il seguente schema:

Girone a nove squadre: tredici partite

Girone a dieci squadre: quattordici partite

Girone a undici squadre: quindici partite

Girone a dodici squadre: sedici partite

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Settembre 2020 14:54

Pagina 5 di 58

Contatti

fir smallStadio Friuli - Dacia Arena
Curva Sud (ingresso CS6)
Piazzale Repubblica Argentina 3
33100 - Udine (UD)

 Tel.: 3458995808
segreteria@friuliveneziagiulia.federugby.it

Calendario

<< Giugno 2021 >> 
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
282930