Sei in: Home

Anche la pallovale nella Mini Olimpiade di Lignano Sabbiadoro

Dal 24 al 26 settembre la seconda edizione del nuovo Trofeo Coni, ospitato dal Friuli Venezia Giulia

delegato regionale silvestriIn questo fine settimana gli impianti della Getur di Lignano Sabbiadoro e le strutture di alcuni comuni limitrofi ospiteranno la seconda edizione del Trofeo Coni, la nuova kermesse dello sport giovanile, che di fatto può essere considerata una filiazione dei Giochi della Gioventù, o meglio la rifondazione degli stessi, voluta dal nuovo presidente del Comitato Olimpico nazionale, Giovanni Malagò.

Nel ricco programma, che vedrà coinvolti ben 3200 giovanissimi atleti provenienti da tutta Italia, ci sarà anche il rugby, sempre più proiettato verso il grande ritorno ai Giochi, in programma il prossimo anno a Rio de Janeiro. Nel comitato organizzatore friulgiuliano anche il presidente della delegazione Fir Fvg, il pordenonese Francesco Silvestri, a sua volta membro della giunta Coni regionale. “Stiamo lavorando massicciamente nelle scuole – spiega lo stesso Silvestri – incontrando quasi ovunque porte aperte da parte di dirigenti e docenti e grande entusiasmo da parte degli studenti. Un segnale davvero incoraggiante”.

Nel frattempo la delegazione sta mettendo i ferri in acqua per un ambizioso progetto legato al rugby seven, la specialità che rappresenterà il mondo ovale alle Olimpiadi. “E' presto per entrare nei dettagli – spiega Silvestri – per il momento possiamo dire che vorremo fare del Friuli Venezia Giulia il polo di riferimento nazionale del Seven, ospitando un'accademia e organizzando annualmente un grande evento internazionale”.

 

Piergiorgio Grizzo

trofeo coni 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Settembre 2015 20:30

Mondiali di rugby, gli appassionati si organizzano davanti alla TV

Al London Pub di Pordenone chi viene con la maglia del proprio club o di una Nazionale è un ospite speciale

mondiali-rugby-pordenoneDal 18 settembre al 31 ottobre i Mondiali di rugby faranno la fortuna di pub e locali pubblici di tutto il mondo anglosassone, ma non solo. L'ottava edizione della Rugby World Cup, il terzo evento sportivo più seguito e più ricco al mondo dopo Mondiali di calcio ed Olimpiadi, inchioderà ai teleschermi un sacco di appassionati anche nei paesi latini, Francia, Argentina e Italia comprese. 

A Pordenone e dintorni i fan della pallovale si sono già organizzati. Le partite, tutte in diretta su Sky, a partire dalla giornata inaugurale (venerdì 18 settembre, Inghilterra, padrona di casa, contro Isole Figi, ore 21) e dal giorno successivo (quando gli Azzurri debutteranno contro la Francia nel leggendario stadio di Twickenham, a Londra, sempre alle 21), si potranno vedere nelle club house delle varie società a Pordenone (via Mantegna), Montereale (via Macor, Malnisio) e Polcenigo (via  Gorgazzo) e in alcuni locali. Gli atleti e i supporter dell'Azzano Decimo Rugby, per esempio, si raduneranno al Ristorante “Caonis” di Chions. 

Il quartier generale degli appassionati a Pordenone città sarà invece il London Pub, la storica birreria di corso Vittorio Emanuele, che con la sua atmosfera molto british è l'ambiente ideale per gustarsi partite e terzi tempi tra pinte di birra e manicaretti a tema. I gestori, Davide e Daniele Drigo, annunciano poi altre sorprese: per chi viene indossando la maglia del proprio club o di una nazionale è prevista una scontistica speciale sulle birre del momento.

Piergiorgio Grizzo

Ultimo aggiornamento Sabato 19 Settembre 2015 12:28

Centro di Formazione Under 16

"Crediamo fortemente che questa nuova struttura, capace di coinvolgere attivamente le società di tutto il territorio italiano nello sviluppo dell'alto livello giovanile, possa rappresentare un ideale percorso formativo che sia funzionale all'innalzamento della qualità degli atleti per la Nazionale, il RaboDirect Pro12 ed i campionati, con ricadute positive per l'intero movimento".

(Alfredo Gavazzi i, Presidente FIR - 4 giugno 2013;
presentazione dei Centri di Formazione Federali under 16)

 

Il Centro di Formazione Under 16 in Friuli Venezia Giulia è stato assegnato come sede al club Union Rugby Udine FVG ma coinvolge tutte le squadre under 16 regionali, che per la stagione sportiva 2016/2017 sono:

  • Union Rugby Udine FVG
  • Union Rugby Udine FVG seconda squadra (in collaborazione con Juvenilia Bagnaria e Black Ducks Gemona)
  • Rugby Pordenone
  • Udine RFC Junior
  • Venjulia Rugby Trieste
  • Maniago Rugby Club

Durante la settimana, gli atleti selezionati si allenano tre volte nei propri club e una volta con il CdF, completando la settimana tipo di un atleta di alto livello. L'allenamento del mercoledì nel Centro di Formazione prevede: preparazione fisica e cura dello skills (abilità personale), allenamento per reparti ( avanti e ¾ ) e movimento collettivo (offensivo e difensivo) per sviluppare un progetto di gioco comune.

Gli atleti di Udine e dintorni si allenano al mercoledì presso il Centro Rugby in via Don Bosco 2 dalle 17 alle 18 (in palestra) e dalle 18 alle 19:30 (in campo); gli atleti delle altre zone sono monitorati dal Tecnico del CdF, che a rotazione si reca presso i club e svolge gli allenamenti insieme agli staff tecnici delle squadre. Tutti gli atleti si incontrano a Udine una volta al mese per preparare i momenti di confronto con gli altri CdF, che si svolgono durante le pause del campionato Under 16 (secondo il calendario allegato a questo articolo per i mesi di ottobre - novembre e dicembre 2016).

Lo staff del Centro di Formazione di Udine è così composto

  • Luca Nunziata - tecnico responsabile
  • Luca Vigna - tecnico degli avanti
  • Andrea Costabile - preparatore fisico
  • Alberto Turrin - dirigente responsabile (3442077118 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )
Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Ottobre 2016 16:42

Corso di abilitazione all'arbitraggio del minirugby e aggiornamento sulle nuove regole minirugby s.s. 2015 - 2016

La Delegazione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Federazione Italiana Rugby, organizza un corso di aggiornamento sulle nuove regole minirugby 2015/2016, rivolto a TUTTI gli allenatori che prevalentemente operano nel settore propaganda e under 14.

Il corso si svolgerà mercoledì 23 settembre, dalle 18:30 alle 22:00, presso la Sala Comunale in via Trieste 6, 33033 Codroipo (UD).

Il corso è rivolto a:

Animatori Regionali – coloro che hanno svolto il Corso CAS 1° momento nella scorsa stagione sportiva (obbligatorio per arbitrare le categorie fino all'under 12)

Allenatori di 1° livello – valido come corso di aggiornamento

Direttori di raggruppamento minirugby – obbligatorio per svolgere tale attività

Nuovi direttori di raggruppamento

Per iscriversi al corso è necessario compilare il modulo allegato ed inviarlo via mail all'indirizzo  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o via fax al numero 0432525433 - la partecipazione è GRATUITA.

Un nuovo campo da rugby a Pasiano di Pordenone

campo rugby pasiano di pordenoneLa provincia di Pordenone si arricchisce di un nuovo impianto interamente dedicato al rugby. Dopo Pordenone (3 rettangoli di gioco, di cui 2 omologati per partite a vari livelli), Montereale (1) e Polcenigo (1), anche a Pasiano, nella frazione di Sant'Andrea, è stato “arredato” un campo per la pallovale. La nuova struttura sarà gestita dalla Rugby Sile, società nata un anno fa, come filiazione dell'Azzano Decimo Rugby Asd, con lo scopo di diffondere il “contagio” della pallovale anche a Pasiano e in altri comuni della Bassa Pordenonese. Ebbene, il campo di Sant'Andrea, di proprietà dell'omonima parrocchia, sarà la “casa” dei biancoazzurri dell'Azzano per l'imminente stagione nel campionato di C2 al via il prossimo 18 ottobre. Un'operazione non facile e neppure breve, alla quale Mario Ferraiulo, vice presidente e “anima” dell'Azzano Rugby ha dedicato un anno intero, andata in porto anche grazie ai buoni uffici della delegazione Fir regionale, intervenuta nella trattativa per la gestione dell'impianto, che prima era della locale società di calcio femminile.

“Per il momento per gli allenamenti continueremo ad usufruire dei mille metri quadrati scarsi che l'amministrazione comunale di Azzano Decimo ci concede in via Don Milani, nei pressi del comprensorio scolastico”, spiega lo stesso Ferraiuolo con una vena di polemica nella voce.

Effettivamente non è una sistemazione comoda per una squadra Seniores composta da una rosa di circa 30 elementi, ai quali si aggiungono i giovani virgulti del mini rugby.

Nel frattempo il campo di Pasiano, aspettando l'inaugurazione ufficiale, è stato “battezzato” sabato 12 settembre con un torneo amichevole al quale, oltre ai padroni di casa, hanno partecipato Montereale, Silea e la neonata Piedimonte Gorizia.

Nel prossimo torneo di C2 l'Azzano Rugby sarà ancora guidato in panchina da Mario Ferraiulo, coadiuvato da Lorenzo Mancin. Confermato il roster della passata stagione con qualche new entry e qualche carenza in seconda linea. A sostenere la squadra ci saranno Plast3 e Pashà Group, Enoteca Azzanese, Bcc Pordenonese e Pezzutti Srl.

 

Piergiorgio Grizzo

Ultimo aggiornamento Sabato 19 Settembre 2015 09:47

Il 28 novembre la presentazione del libro sulla storia del rugby in Friuli Venezia Giulia

rugby udine cus trieste anni60“Ad maiora”. E' con questo spirito che nasce il progetto di un libro sulla storia del rugby friulgiuliano, messo in cantiere ormai da qualche mese dalla giovane Delegazione FVG, presieduta da Francesco Silvestri.

Recuperare e perpetuare il passato per proiettarsi verso nuove mete, consapevoli delle proprie origini e di quanto è stato fatto. Questa prima iniziativa editoriale del futuro comitato vuole essere un momento di bilancio, ma anche un “pretesto” per organizzare la prima festa del rugby regionale, durante la quale questa sorta di facebook cartaceo, che sarà il libro (con volti, aneddoti e profili di vecchi e nuovi protagonisti della nostra pallovale) sarà presentato alla platea degli appassionati. L'appuntamento è fissato per il 28 novembre alle ore 17.00 a Udine presso l'Auditorium della Regione. In quella stessa occasione si terrà il Gran Galà del rugby regionale con la presentazione dei club e la premiazione degli atleti regionali ed altri ancora.

Il volume, scritto a 6 mani dai giornalisti Guido Barella (Il Piccolo), Davide Macor (il Messaggero Veneto) e Piergiorgio Grizzo (Il Gazzettino), è attualmente in fase di prima stesura e può essere considerato un'opera corale, dal momento che i club sono stati parte attiva nella raccolta del materiale iconografico, mentre molte “memorie storiche” della pallovale nostrana hanno dato a loro volta il proprio contributo. L'iniziativa è stata sostenuta altresì dai main sponsor FriulAdria, Gilbert ed Errea. Si tratterà di una raccolta aneddotica con un'ampia galleria iconografica, attraverso la quale il lettore potrà ripercorrere l'epopea dei pionieri, con l'approdo in Friuli dello sport della bislunga, avvenuto già nel 1928 (lo stesso anno in cui fu costituita la Fir) a Udine, passando attraverso gli anni ruggenti dei derby Udine – Trieste e di quelli, sull'altra sponda del Tagliamento tra Pordenone e Maniago. Fino ad arrivare ai giorni nostri, al boom di popolarità che il rugby sta vivendo anche da noi e alla nascita di tante nuove società, piene di genuina passione, sul territorio regionale.

 

Piergiorgio Grizzo 

Pagina 91 di 135

Contatti

fir smallStadio Friuli - Dacia Arena
Curva Sud (ingresso CS6)
Piazzale Repubblica Argentina 3
33100 - Udine (UD)

 Tel.: 3458995808
segreteria@friuliveneziagiulia.federugby.it
stampa@friuliveneziagiulia.federugby.it

Calendario

<< Agosto 2019 >> 
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031