Sei in: Home

Il pensiero di George Coste sul sistema Accademie voluto dalla FIR

coste fvgIl Sistema Accademie voluto dalla FIR è uno degli argomenti più controversi nel mondo della pallovale italiana. I detrattori non mancano, ma a spezzare una lancia nei confronti del progetto federale ci sono anche voci autorevoli. Come George Coste, storico coach della nazionale azzurra che sul finire degli anni Novanta conquistò, a suon di vittorie pesanti, l'ingresso nel Torneo delle Sei Nazioni. Un monumento del rugby italiano, che si è espresso sulla materia a margine di un incontro con la delegazione del Friuli Venezia Giulia, guidata da Francesco Silvestri, giunta con i suoi Under 16 a Perpignan per uno stage tecnico. “In Italia è la federazione ad avere le risorse, non certo i club – ha esordito - e senza risorse importanti è impossibile impostare un lavoro di qualità”.

“In Francia è diverso perché la situazione economica è diversa. Qui i club sono ricchi e possono permettersi di mantenere in casa strutture di alto profilo. Il Perpignan investe un milione e settecentomila euro all'anno sulla propria accademia. Dieci milioni vanno alla prima squadra e agli Espoirs, un budget (il 14esimo tra i club francesi ndr) che equivale a quello di tutte le squadre italiane d'Eccellenza messe assieme”.

“Il modello accademie federali è l'unico percorribile oggi in Italia – ha continuato – come d'altronde avviene anche in Argentina. Ma con delle correzioni. Oltre alle accademie zonali, andrebbero create anche 2-3 accademie meritocratiche, almeno a livello Under 18, dove far confluire l'élite del élite. E queste dovrebbero avere l'occasione di confrontarsi sistematicamente con le omologhe realtà francesi ed anglosassoni”.

“L'idea di smantellare le accademie per riportare tutto il lavoro della formazione nei club – ha concluso – al momento in Italia non è percorribile, anzi, sarebbe una follia”.

 

 

Piergiorgio Grizzo

Un nuovo asse Friuli Venezia Giulia – Perpignan per far crescere il nostro rugby

Memorabile trasferta del Centro di Formazione Under 16 in una delle piazzeforti storiche della pallovale transalpina. Da ottobre Christian Serre nella nostra regione per un ciclo di incontri con i nostri tecnici. 

IMG-20160427-WA0013

A margine della trasferta che il Centro di Formazione Under 16 del Friuli Venezia Giulia ha sostenuto a Perpignan nel ponte del 25 aprile sono state gettate le fondamenta di un progetto di collaborazione tecnica che nei prossimi anni unirà la delegazione friulgiuliana all'Usap, il club della città catalana, una delle storiche piazzeforti della pallovale transalpina. In questo superbo angolo di mondo, incastonato tra le cime ancora innevate dei Pirenei e l'azzurro del mare, dove si respira rugby ovunque, i giovani ruggers del Friuli Venezia Giulia hanno trascorso una memorabile esperienza sportiva ed umana. La comitiva, guidata dal delegato Fir, Francesco Silvestri,  dal team manager Alberto Turrin e dai tecnici Federico Dalla Nora, Andrea Costabile, Luca Nunziata, Giuseppe Currò e Ruben Bertolo, è stata ospite dell'Usap e della sua Accademia, che accoglie centinaia di giovani e giovanissimi dal mini rugby agli Espoirs. Qui si sta affermando anche un giocatore che proviene dal Friuli, quel Yannick Abanga, classe 1998, di madre friulana e padre senegalese, già membro della selezione Fvg Under 18, che il prossimo anno firmerà con il club sang et or  il suo primo contratto da professionista. 

Il Centro di Formazione ha effettuato due sedute di allenamento guidate da Cristian Serre, il Director of Rugby dell'Accademia, per poi sostenere un test match con i coetanei del Bompasse, un club (fondato nel 1922) della galassia Perpignan,  conquistando una convincente vittoria. 

Lo stesso Serre si è messo a disposizione del progetto tecnico friulano. “A partire da ottobre – spiega Francesco Silvestri – il coach francese visiterà tre volte l'anno per periodi di cinque giorni i club della nostra regione, per confrontarsi con i nostri tecnici e seguire la crescita dei nostri atleti”. 

Nei giorni del soggiorno a Perpignan la comitiva friulgiuliana ha incontrato anche George Coste, storico coach della nazionale azzurra che sul finire degli anni Novanta si guadagnò, a suon di vittorie di prestigio, l'ingresso nel Torneo delle Sei Nazioni. Un “monumento” del rugby italiano, che si è intrattenuto piacevolmente con dirigenti, tecnici e ragazzi, in una lunga chiacchierata ricca di aneddoti e considerazioni. 

Piergiorgio Grizzo

 

Rinvio corso per dirigenti del 2 maggio 2016

Alle SOCIETA’ del Friuli Venezia Giulia

Vi informiamo che il corso su “Il concetto di motivazione per atleti, allenatori, dirigenti e ambiente sportivo in senso lato” a cura del tecnico della FIDAL Alessandro Talotti, previsto per lunedì 2 maggio, viene rinviato a data da destinarsi a causa di improrogabili impegni del relatore.

Ci scusiamo per il disagio.

 

La pallovale nella casa dell'ultimo Doge

Sabato 30 aprile Villa Manin di Passariano ospiterà il Torneo delle Scuole del Friuli Venezia Giulia. Oltre 600 studenti-rugbysti tra il parco e l'esedra della storica dimora. 

villa manin vista dall altoChi lo avrebbe mai detto? I pali da rugby nell'esedra di Villa Manin. La residenza friulana dell'ultimo Doge, che ospitò tra le sue mura anche Napoleone Buonaparte, sarà infatti la suggestiva location del Torneo delle Scuole del Friuli Venezia Giulia. Una giornata di festa, un grande happening sportivo, al quale prenderanno parte, sabato 30 aprile a partire dalle 9 del mattino, non meno di seicento studenti-rugbysti provenienti da tutta la regione. La manifestazione, organizzata dalla delegazione Fir Fvg, coadiuvata dall'Overbugline Codroipo di Riccardo Sironi per la parte logistica, è il degno epilogo di un'annata sportiva e scolastica che ha visto un sempre maggiore coinvolgimento dei plessi scolastici friuligiuliani nelle attività della Federugby. Nel parco della villa, a Passariano di Codroipo, saranno allestiti 3 campi da gioco, sui quali giocheranno le categorie Under 8 e Under 10, mentre nella “piazza tonda” ne saranno collocati altri 4 per gli Under 11 e 12. 

Le categorie Under 14 e 16 saranno invece di scena al Polisportivo di Codroipo, per poi raggiungere il resto della “truppa” attorno alle 12 per la cerimonia delle premiazioni. I  bambini e ragazzi che prenderanno parte alla kermesse potranno poi visitare gratuitamente la mostra “Memorie”, dedicata al quarantennale del terremoto in Friuli. Insomma, una grande giornata di sport e aggregazione, nella quale ci sarà anche spazio per la riflessione e il ricordo. 

Queste le scuole coinvolte: Liceo Scientifico Sportivo "A.Volta" – Udine, I.C. Pagnacco, Scuola Secondaria di 1° grado "Egidio Feruglio" - Feletto Umberto, I.C. VI di Udine, I.C. "Margherita Hack" - San Vito al Tagliamento, Liceo Scientifico "N.Copernico" – Udine, Scuola Primaria "G.Carducci" - Attimis (UD) Scuola Primaria "I.Nievo" – Udine, Scuola Primaria "G.Ellero" - Pradamano (UD), I.C. Palmanova - Scuola secondaria di primo grado "Pietro Zorutti", I.C. Cervignano - Scuola secondaria di primo grado "Giovanni Randaccio", I.C. Dante Alighieri di Staranzano - Scuola secondaria di primo grado "Dante Alighieri", I.C. Livio Verni di Fogliano Redipuglia,  Scuola secondaria di primo grado "Filippo Corridoni", I.C. Codroipo - Scuola secondaria di primo grado "G. Bianchi", I.C. Codroipo Rugby - Scuola primaria "G.B. Candotti", I.C. Codroipo - Scuola primaria "Anna Fabris", I.C. Codroipo - Scuola primaria "Risultive", I.C. Sedegliano - Scuola secondaria di primo grado "Martin Luther King", I.C. Sedegliano - Scuola primaria "Padre David Maria Turoldo", I.C. Coseano - Scuola secondaria di primo grado "G. Ungaretti", I.C. Basiliano - Scuola secondaria di primo grado "Aurelio Mistruzzi".

Piergiorgio Grizzo

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Aprile 2016 10:28 Leggi tutto...

Anche tre 'gemelle' udinesi e due portacolori del Juvenilia nelle Ladies Under 14 del Veneto

Le “udinesi di Villorba” Chiara Stocco, Isabel Sclippa e Naike Vidoni e le portacolori del Juvenilia di Bagnaria Arsa Naike Fanlo Crisanti e Sonia Della Vedova hanno preso parte con la rappresentativa veneta ad un torneo internazionale di categoria a Grenoble

C'erano ben cinque portacolori friulane nella rappresentativa Under 14 femminile del Comitato Veneto, che domenica 24 aprile ha preso parte ad un torneo internazionale di categoria a Grenoble insieme a tre selezioni dell'Iserre e ad una piemontese. Si tratta di Chiara Stocco, Isabel Sclippa ,  Naike Vidoni, Naike Fanlo Crisanti e Sonia Della Vedova. 

Le prime tre, inseparabili amiche e compagne di maglia, in questa stagione, giocoforza hanno dovuto lasciare il Friuli per accasarsi a Villorba nella formazione delle “Ricce”, allenata da Pierangelo Roveda. Una soluzione non facile da percorrere per le evidenti difficoltà logistiche, ma resasi in evitabile dopo il momentaneo stop subito nella nostra regione dal progetto relativo ad una squadra regionale Under 14. 

Le tre ragazze si allenano durante la settimana con l'Under 14 maschile della Leonorso per poi scendere a Villorba il venerdì per la seduta di rifinitura. Chiara Stocco, figlia e nipote d'arte (il padre Giancarlo e lo zio Gianmarco sono stati due “colonne” della Rugby Udine anni Ottanta), ha mosso i primi passi nel mondo della pallovale nell'Under 10 della Rugby Udine Junior per poi passare alla Leonorso e alle Api di Fogliano. Isabel Sclippa e Naike Vidoni hanno iniziato un paio di stagioni dopo nelle Api, ma la loro crescita agonistica è stata repentina. 

Giancarlo Stocco, oltre che per i suoi trascorsi agonistici, è conosciuto per essere il volto televisivo della pallovale regionale. “A livello Under 14 femminile – spiega – qualcosa si sta muovendo in regione a Codroipo, Azzano Decimo, Gemona, Bagnaria Arsa. Speriamo che in tempi brevi si arrivi ad una progettualità comune che possa offrire alle ragazze l'opportunità di fare agonismo senza dover emigrare fuori regione”. 

Nel frattempo le tre “gemelle” friulane continueranno la loro avventura con la maglia del Villorba e della rappresentativa veneta, per arricchire il proprio bagaglio sportivo ed umano in vista di un ritorno in regione. 

Ma nel gruppo delle quaranta giovanissime che il responsabile tecnico Aldo Aceto ha selezionato per Grenoble c'erano anche Naike Fanlo Crisanti di Palmanova e Sonia Della Vedova di Gonars, entrambe del 2002 ed entrambe tesserate con il Juvenilia di Bagnaria Arsa, al quale sono approdate dopo essersi avvicinate al rugby a scuola. Un riconoscimento importante per le ragazze e per lo stesso club friulano, dove il settore femminile è affidato a Mauro Mezzaroma. Proprio a Bagnaria Arsa è tra l'altro in programma domenica primo maggio un concentramento femminile che vedrà in campo formazioni Under 14 e Under 16. Per quest'ultima categoria la giornata sarà valida come tappa del campionato interregionale.  

Piergiorgio Grizzo

stocco-sclippa-vidoniSonia e Naike

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Aprile 2016 10:42

Materiali corsi per dirigenti e rinvio corso del 18 aprile

Pubblichiamo in allegato i materiali presentati durante i corsi per dirigenti di società sportive affiliate alla FIR organizzati dalla Delegazione Rugby FVG:

-          - 15 febbraio 2016 - avv. Cristian Molaro: Natura giuridica, organi e responsabilità delle ASD

-          - 4 aprile 2016 – dott. Andrea Maniacco: Le prestazioni lavorative con le ASD (e allegati)

 

Il corso su “Il concetto di motivazione per atleti, allenatori, dirigenti e ambiente sportivo in senso lato” a cura del tecnico della FIDAL Alessandro Talotti, previsto per lunedì 18 aprile, è ulteriormente posticipato a lunedì 2 maggio 2016 alle 18:30, presso l’Hotel Ai Gelsi di Codroipo.

Pagina 79 di 135

Contatti

fir smallStadio Friuli - Dacia Arena
Curva Sud (ingresso CS6)
Piazzale Repubblica Argentina 3
33100 - Udine (UD)

 Tel.: 3458995808
segreteria@friuliveneziagiulia.federugby.it
stampa@friuliveneziagiulia.federugby.it

Calendario

<< Luglio 2019 >> 
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031