Sei in: Il Comitato News

News Comitato

"Lo sport al tempo della crisi" - l'attività fisica come mezzo per il recupero di valori e principi

E-mail Stampa PDF

Si è svolto lunedì 23 febbraio 2015 nella sala municipale di Piazzetta Tessitori a Sedegliano, la serata organizzata dall’Associazione Culturale Liberamente Destra che ha visto confrontarsi sul tema de “Lo sport ai tempi della crisi” l’on. Giorgio Brandolin, presidente del CONI F.V.G., ed il consigliere regionale di Forza Italia Elio De Anna.

I relatori, moderati da Francesco Silvestri componente della giunta del CONI e presidente della Federugby regionale, si sono confrontati su diversi argomenti inerenti il mondo dello sport ed i problemi che adesso si vivono più intensamente evidenziando l’importanza, ancor maggiore in un momento storico come quello attuale, dello svolgimento dell’attività fisica nelle associazioni sportive quale mezzo per il recupero dei valori e dei principi oggi troppo spesso dimenticati e della differenza che passa tra il mondo del volontariato e quello dello spettacolo sportivo.

L’incontro è stato, altresì, l’occasione per fare il punto sui progetti che sono stati avviati e sono nati proprio dalla collaborazione tra il CONI F.V.G. e l’assessorato regionale allo sport della giunta Tondo, guidato all’epoca dal dott. De Anna, tra cui il progetto 3S ove lo sport diventa elemento fondante ed integrante delle politiche sulla salute e sulla scuola, l'adeguamento normativo dell'impiantistica sportiva, la formazione dei dirigenti, la prevenzione e la formazione sanitaria con i corsi BLSD .

“La qualità del dibattito, visto il valore dei relatori, è stata di alto livello tanto che la serata si è protratta per circa due ore che sono letteralmente volate”, dichiara l’avv. Cristian Molaro, presidente di LD, “Sapevamo non sarebbe stato facile trattare esaustivamente un tema sentito come quello dello sport, per questo siamo andati sul sicuro affidandoci ai massimi esperti regionali in materia che hanno dato occasione ai presenti, tra i quali numerosi dirigenti sportivi, di avere un quadro completo della situazione”.

La serata è riuscita così bene che i relatori discuteranno di nuovo assieme in altre sedi il tema dello sport e della crisi valoriale.

La sintesi della serata è stata che la mancanza di denaro è sicuramente un problema mentre la mancanza di idee rappresenta una tragedia.

Jacopo Schiavon debutta in Eccellenza: un altro giovanissimo atleta friulano sulla ribalta del rugby nazionale

E-mail Stampa PDF

schiavonSi tratta di Jacopo Schiavon, classe 1996, pilone sinistro (1,79 per 101 kg), che di recente ha esordito nel campionato di Eccellenza con la maglia del suo nuovo club, il Mogliano. Otto minuti di sostanza ed un paio di mischie chiuse nell'ultimo match giocato in casa contro il Prato (finito 64 a 7 per i trevigiani), che gli sono valsi una marea di complimenti e pacche sulle spalle. Jacopo è stato prelevato direttamente dall'Under 18 del club bianco blu per fare fronte all'emergenza infortuni della prima linea. E' un figlio e nipote d'arte, dal momento che il padre Federico ha giocato (tallonatore) in serie A con il Mirano, suo paese di origine, per poi accasarsi ad Aviano e vestire la maglia di Union Rapps Pordenone prima e Montereale poi. Lo zio Francesco è stato invece un valido mediano di mischia, anch'egli, sulle orme del fratello maggiore, con le maglie di Mirano e Pordenone. La madre, Elena Caccamo, è stata invece dirigente del Rugby Pordenone. Insomma, una “famiglia ovale”, che ovviamente ha gioito in coro per il debutto di “Jacky” in prima squadra. 

 “Ora il mio obbiettivo a breve termine è guadagnare ancora la fiducia dei tecnici della prima squadra – spiega il giovane Schiavon – ma soprattutto arrivare alle finali per il titolo italiano con l'Under 18 e magari giocare la finale per lo scudetto”. Un anno importante, insomma, nel quale dovrà anche conseguire la maturità al Liceo delle scienze umane “Leopardi – Majorana” di Pordenone. 

Schiavon Junior ha iniziato a giocare a rugby a Montereale, per poi trasferirsi a Pordenone dove ha seguito tutta la trafila delle giovanili fino all'approdo quest'anno a Mogliano, dove tra l'altro gioca anche Dino Sutkovic,  altro giovane atleta di prima linea, di origini bosniache, proveniente dal club naoniano, mentre Damiano Borean (pilone destro), anch'egli ex Rugby Pordenone, gioca alla Benetton Treviso e nella Nazionale di categoria.

Caustico, come sua abitudine, il commento del massimo dirigente della Federugby in Friuli Venezia Giulia, Francesco Silvestri: "In questo momento in cui si fa a gara nell'attribuirsi i meriti ed i successi degli atleti friulani che giocano in club veneti, mi domando quali risultati avrebbero potuto ottenere se fossero stati seguiti anche nei loro club di origine da allenatori moralmente e tecnicamente professionali come quelli che hanno trovato a Mogliano ed a Treviso solo ora”.

“E tutto questo – continua Silvestri -  al di là del fatto che è l'atleta, oggi ed ogni giorno, a cercare di migliorarsi e che comunque il talento deve ancora confermarsi e ci vogliono anni per diventare come Zanni. Questa riflessione, al di là della soddisfazione per il singolo, deve farci appunto aprire gli occhi sulle occasioni perse."

Convegno 'Lo sport ai tempi della crisi'

E-mail Stampa PDF

Il prossimo 23 febbraio alle 20:30, presso la Sala comunale in Piazzetta Tessitori a Sedegliano (UD), si svolgerà il convegno dal titolo "Lo sport ai tempi della crisi".

Interverranno come relatori Giorgio Brandolin, Presidente del CONI FVG, e Elio De Anna, Consigliere Regionale.

Le società regionali sono invitate a partecipare.

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Febbraio 2015 08:14

Comunicazione per le società

E-mail Stampa PDF

Al fine di poter garantire un aggiornamento costante del sito internet friuliveneziagiulia.federugby.it e della pagina Facebook www.facebook.com/FvgRugby, tutte le società regionali sono invitate a comunicare tempestivamente i risultati delle proprie squadre (under 14, 16, 18 e Seniores) a questo indirizzo email o via sms al numero 3458995808.

Cogliamo l’occasione per segnalarvi che sul sito della Delegazione verrà aperta prossimamente una sezione dedicata alle attività estive, nella quale verranno pubblicate informazioni relative a stage, vacanze e camp legati al rugby: le società interessate possono inviare a questo indirizzo email il materiale da pubblicare, che deve comprendere il nome e la descrizione dell’attività, il nome e il contatto (mail e/o telefono) di un referente e possibilmente un’immagine e un sito internet di riferimento.

Ad Azzano Decimo pallaovale in continua crescita

E-mail Stampa PDF

azzano rugby

La pallovale continua a fare proseliti ad Azzano Decimo e dintorni, grazie alla giovane società costituita da Mario Ferraiuolo.

Se la prima squadra del club biancoazzurro si sta ben comportando da debuttante nel campionato della Top Ten Errea, ossia la vecchia serie C2, anche il neonato settore giovanile sta crescendo in quantità e qualità, grazie in primis agli interventi operati nelle locali scuole medie di via Don Milani. “Abbiamo ben 22 atleti della categoria Under 12 – spiega lo stesso Ferraiuolo – e un buon numero di Under 14 e 16”.

Proprio in Under 14 sono arrivate le soddisfazioni più grandi con la convocazione di due virgulti azzanesi, i trequarti Marco Longo e Michael Porracin, entrambi classe 2001, nella selezione regionale guidata dal tecnico Federico Dalla Nora, che ha sfidato domenica 18 gennaio i pari età della Lombardia a Calvisano. 

Il quartier generale della società è il campo di via Don Milani, dove il settore giovanile si allena tutti i venerdì dalle 18 alle 19.30. Ma la società utilizza anche il rettangolo della parrocchia di Sant'Andrea di Pasiano. A coadiuvare Ferraiuolo nella formazione dei giovani ruggers azzanesi c'è un cospicuo manipolo di atleti della prima squadra, del quale fanno parte Luca Bearzi, Stefano Pascon, Paolo Tonus, Paolo Bernardi, Simone Stevanin, David Lucchetta, Andrea Zanchetta, Alberto Molinari e Alessandro Ferraiuolo.

Tornando alla prima squadra, la formazione, allenata da Mario Ferraiuolo e Lorenzo Mancin, può contare su alcuni elementi con trascorsi nelle giovanili del Pordenone Rugby, il già citato capitano Francesco Pascon, Riccardo Crotti, Alberto Zangrando, Andrea Pasqualini. “Non abbiamo festeggiato da poco solo il primo anno di attività – continua Ferraiuolo – ma anche il raggiungimento dei primi 100 iscritti. Un bellissimo traguardo che ora puntiamo a doppiare. Lavoriamo già nelle scuole medie dell'istituto comprensivo di Azzano e a breve inizieremo gli interventi anche a Pasiano”. Per info: 340 0034299. 

 

Piergiorgio Grizzo

Pagina 46 di 52

Contatti

fir smallStadio Friuli - Dacia Arena
Curva Sud (ingresso CS6)
Piazzale Repubblica Argentina 3
33100 - Udine (UD)

 Tel.: 3458995808
segreteria@friuliveneziagiulia.federugby.it
stampa@friuliveneziagiulia.federugby.it

Calendario

<< Maggio 2020 >> 
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031